baz01.JPG (46149 bytes)

La PARROCCHIA DEI MARTIRI LITUANI DI DOMEIKAVA

a.gif (244 bytes) au.gif (141 bytes) be.gif (193 bytes) br.gif (202 bytes) ca.gif (212 bytes) ch.gif (174 bytes) ir.gif (193 bytes) it.gif (193 bytes) po.gif (269 bytes) sw.gif (152 bytes) us.gif (206 bytes) ne.gif (158 bytes) fr.gif (193 bytes) ru.gif (906 bytes) jp.gif (961 bytes)


Some related links:

 Lapes

Pro Vita

vytis.JPG (7165 bytes)

PANORAMA FOTO Domeikava si trova a 10 km da Kaunas, che e’ la seconda citta’ per grandezza in Lituania. La parrocchia e’ circondata dalle autostrade internazionali della Via Baltica e la Minsk-Vilnius-Klaipeda. A Domeikava vivono circa 6500 persone.

Dopo la seconda guerra mondiale l’esercito sovietico occupo’ la Lituania. Un terzo della nazione fu deportato in Siberia e in altre aree dell’Unione Sovietica. I seguenti 50 anni di regime sovietico risultarono una vera e propria repressione culturale e religiosa in Lituania.

In memoria dei martiri lituani che hanno sofferto in tutto questo tempo si e’ iniziata una chiesa denominata chiesa dei Martiri Lituani. Il suo architetto e’ K.Pempë. Il 14 giugno 1993, giorno anniversario di un genocidio in massa di Lituani ad opera dei bolscevichi, l’arcivescovo S. Tamkevicius ha benedetto la prima pietra.

Hanno contribuito ad edificare la chiesa molte persone da tutta la Lituania e dall’estero. Tra essi, il papa Giovanni Paolo II, l’arcivescovo Sigitas Tamkevièius come responsabile della Conferenza dei Vescovi Lituani, l’arcivescovo di New York cardinale John o’ Connor, ora defunto, l’arcivescovo J. Bulaitis, don C. Auglys, le fondazioni Renovabis e Kirche in NOT, e altri sostenitori.

16.05.1995 Viene nominato come primo parroco di Domeikava don Robertas Gedvydas Skrinskas, che e’ un attivo membro del movimento ,,Uz Gyvybe” (Per la Vita).

A fine 1999 viene terminato l’esterno, tinteggiato l’interno della chiesa, allestita la sala per i funerali. Ha eseguito i lavori la ditta ,,Seba". Nel 2002 viene montato il contro-soffitto. Perche’ la chiesa possa essere benedetta mancano 100 mila dollari. Questa non e’ una chiesa comune, ma un monumento dedicato ai Lituani morti per la Giustizia, la Liberta’, la Vita e per Dio.
Ma c’e’ di piu’: il memoriale delle sofferenze del popolo: presso la chiesa i piu’ notevoli artisti della nazione hanno iniziato a creare una “via crucis” Lituana. Essa comprendera’ 14 sculture.

Ad alcuni km di distanza della parrocchia di Sauliei, , V. Andziulis insieme a J. Bacevièiumi creo’ nel proprio campo, sottoterra la stamperia clandestina "ab" , che nel 1980 stampo’ il primo libretto, del vescovo K. Paltaroko, dal titolo: ,,Tikybos pirmamokslis” (= primo insegnamento sulla fede). In seguito furono stampati altri libri e manuali di preghiera. Le forze di sicurezza sovietiche del KGB non riuscirono a trovare questa stamperia. Ora qui e’ allestito un museo e tutti quelli che lo desiderano possono possono visitare questa stamperia clandestina sotterranea.
I fedeli della parrocchia di Domeikava nutrono la speranza che i credenti dalle varie parti del mondo,, con le loro offerte aiuteranno aiuteranno a completare la costruzione dela chiesa dei Martiri Lituani.

Il nostro conto bancario:
Banca del Beneficiario: AB bankas "Swedbank"
SWIFT:
HABALTLT22
Numero di Conto del Beneficiario: LT687300010086192159
Beneficiario: Domeikavos Lietuvos Kankiniu Parapija
Code: 292057090
 

Contact information:
LT - 54360, Kauno r.
Domeikava
E-mail
:

dom02.JPG (38279 bytes)

Copyright by Robertas Skrinskas